Blog

Tabelle nutrizionali LARN, standard quantitativi delle porzioni

Tabelle nutrizionali LARN, standard quantitativi delle porzioni

Le tabelle nutrizionali Larn sono un punto di riferimento fondamentale nella stesura da parte di un professionista di una dieta equilibrata e dal necessario apporto energetico-calorico. Queste fanno riferimento a delle porzioni standard per una migliore fruizione da parte del paziente delle indicazioni alimentari. Ma cosa indicano di preciso i Larn? Quali sono gli standard individuati a livello nazionale per quantificare una specifica porzione e soprattutto cosa dicono le tabelle alimento per alimento? Vediamo nel dettaglio.

Cosa sono le tabelle nutrizionali LARN

LARN  è un acronimo che indica i Livelli di Assunzione di Riferimento di Nutrienti ed energia per la popolazione italiana. Insieme alle linee guida per l’alimentazione sana rappresentano uno snodo essenziale nella messa a punto di una dieta. Di fatto indicano il fabbisogno medio per ogni individuo, in base ad etĂ , sesso ed esigenze nutrizionali particolari (come la gravidanza o il diabete) di quantitĂ  specifiche di nutrienti ed energia (o Kcal). Questo viene indicato per ogni alimento in porzioni standardizzate e basate sulle abitudini alimentari dei consumatori. Le attuali tabelle LARN sono state stilate dalla SINU, SocietĂ  Italiana Nutrizione Umana.

Cosa si intende con  standard quantitativi delle porzioni

Una porzione è un’unitĂ  di misura di riferimento generalmente riconosciuta da consumatori e professionisti della nutrizione. Questa è stata standardizzata per le tabelle Larn in modo da raccomandare le giuste quantitĂ  di un alimento per il fabbisogno quotidiano effettivo. La porzione standard è stata identificata dagli esperti secondo determinati parametri:

  • coerente con le tradizioni ed abitudini alimentari italiane
  • di dimensioni accettabili per le aspettative del consumatore
  • le quantitĂ  di nutrienti e calorie contenute

Può essere espressa il grammi, millilitri, o unità di misura commerciali (un barattolo, un bricco, ecc) o semplicemente per quantità numerica (3-4 biscotti). Nelle tabelle Larn della Sinu consultabili liberamente sul sito dedicato sono presenti al fianco di ogni porzione di alimento le varie tipologie in cui può essere definita.

Tabelle Larn e porzioni standard

Ma quali sono le porzioni per ogni singolo alimento?

  • Latte e derivati: per latte e yogurt la quantitĂ  raccomandata è di 125 gr, che può essere identificata con il corrispettivo di un vasetto o una piccola tazza. Per i formaggi freschi la porzione raccomandata è di 100 gr. mentre per quelli stagionati è di 50 gr.
  •  Carne, pesce, uova: si raccomandano 100 gr. a porzione per le carni fresche e 50 gr per quelle conservate (come gli insaccati). Per il pesce freso/ surgelato 150 gr., mentre per quello in scatola come il tonno 50 gr. Per le uova la porzione consigliata equivale ad 1 (in media 50 gr.).
  • Legumi freschi e secchi: la porzione standard è di 150 gr per i primi e 50 gr per gli altri.
  • Pane: 50 gr rimane, ovvero 1 piccolo panino, fetta media da pagnotta/filone, 1/5 di baguette.
  • Pasta: 80 gr., 100 gr. se fresca all’uovo.
  • Cereali e sostituti del pane per la colazione: 30 gr corrispondenti a 3-4 fette biscottate o 2-5 biscotti.
  • Patate: una porzione standard è di 200 gr.

Per approfondimenti e le tabelle complete è possibile consultare il sito della SINU o questo PDF.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per conoscere per primo tutte le promozioni, i webinar in programma e per rimanere sempre aggiornato su tutte le ultime novitĂ  del mondo Metadieta.