Blog

Peso forma bambino, come si calcola

Peso forma bambino, come si calcola

Il peso dei bambini √® spesso sinonimo di ansia da parte dei genitori quando √® basso, ritenendo che la crescita cos√¨ non sia corretta. Di contro si tende a ritenere che “paffuto” sia sinonimo di bello e sano. In ambedue i casi c’√® una visione errata della situazione che pu√≤ valutare solo il pediatra con determinati parametri. Il peso forma del bambino, ovvero quello che fornisce un’adeguata energia e vitalit√† in salute √® determinato dai percentili, ovvero curve di crescita standard che rappresentano una media in base al sesso e all’et√†. Vediamo nel dettaglio.

Peso forma bambino, il calcolo

Per calcolare il giusto peso di un bambino occorre conoscerne i chilogrammi e l’altezza (o lunghezza nei neonati). Il rapporto di questi 2 parametri va poi rapportato alle tabelle di percentili suddivise con grafici per et√† e sesso, da 0 a 18 anni. Sono valori riconosciuti a livello internazionale, validati dall’OMS (Organizzazione Modiale della Sanit√†), ma non sono assoluti. Ovvero un percentile di peso molto alto non deve destare preoccupazione, perch√© va confrontato con altri aspetti, come il rapporto con l’altezza e soprattutto la familiarit√† e la curva di crescita (ovvero la rapidit√† con cui questa avviene). I numeri riportati da queste tabelle cio√® rappresentano una media del peso e dell’altezza di tutti i bambini.
Dopo i 2 anni √® possibile anche valutare il peso forma attraverso l’Indice di Massa Corporea o BMI. Per farlo basta una semplice formula matematica: peso in chilogrammi /(diviso) altezza in cm al quadrato.

Peso forma bambino, qual è?

Dipende ovviamente dall’et√† e l’importante √® che si inserisca in una crescita armoniosa e costante. Significa che se oltre al peso √® fuori misura anche l’altezza tutto rientra nella norma. Cos√¨ se il peso √® minimo. Occorre preoccuparsi invece (o ad esempio) laddove si manifesti un dimagrimento repentino. Un neonato alla nascita pesa in media 3,5 kg, ma √® considerato normopeso tra i 2,5 ed i 4,5 kg. Nella prima settimana di vita si assiste ad un calo ponderale che presto per√≤ viene recuperato per iniziare una crescita costante. Entro il 5¬į mese si raddoppia di solito il peso della nascita, ad un anno risulta triplicato e a questo punto l’accumulo di grammi e chilogrammi inizia fisiologicamente a rallentare: 2 chili l’anno in media fino a 5 anni e poi 2, 5 kg fino alla pubert√†. Ogni bambino √® a se stante e cos√¨ anche la sua crescita. Tuttavia i pediatri hanno dei range di riferimento, legati alle tabelle di percentili che si differenziano tra maschi e femmine. Intorno al 50 percentile si parla di normopeso. Tra gli 85 ed i 95 di sovrappeso, oltre di obesit√†. Al contrario sotto al 20 percentile in bambino √® sottopeso, oltre il 10-5 necessita di un controllo pi√Ļ accurato per valutare malnutrizione o malassorbimento (anche se spesso anche questo parametro si scopre essere fisiologicamente individuale). Leggere i grafici di crescita percentile che si trovano sul libretto sanitario dei bambini √® piuttosto semplice, tuttavia si pu√≤ semplificare usando delle applicazioni online. Il consiglio per√≤ √® sempre quello di affidarsi al proprio pediatra di famiglia che conosce bene il piccolo e sa fare un’accurata valutazione del peso. In caso di necessit√† potr√† suggerire una semplice dieta o il consulto con uno specialista in nutrizione esperto: nei bambini l’importanza di un approccio alimentare corretto e sano √® quanto mai importante. L’obesit√† infantile si pu√≤ trascinare fino all’adolescenza e all’et√† adulta con tutte le conseguenze del caso.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per conoscere per primo tutte le promozioni, i webinar in programma e per rimanere sempre aggiornato su tutte le ultime novità del mondo Metadieta.